Felice, ricordi? Solitamente questa pagina era riservata alla tua penna. Al tuo saluto per gli amici e i partecipanti alla GimondiBike Internazionale. In questo periodo eravamo soliti scambiarci idee, opinioni sull’organizzazione e tu sapevi sempre suggerirmi l’intuizione giusta.
È triste e difficile andare avanti senza di te.
Ma ci siamo presi questo impegno e non molliamo. Come tu ci hai sempre insegnato durante tutta la tua carriera e la tua vita.
Da lassù continua ad inviarmi le tue idee, i tuoi suggerimenti. Non so come, ma in qualche modo vorrei che mi arrivassero ancora per continuare a plasmare questo evento a tua immagine.
Era la tua creatura. Amavi tanto la GimondiBike. La mountain bike ti aveva regalato una seconda giovinezza in bicicletta.
Mi ricordo ancora quella sera di fine novembre del 2000: entrasti nel mio ufficio e senza esitare mi dicesti: “Beppe è adesso che la Granfondo è rodata dobbiamo fare una gara di mountain bike”. Ed io senza esitare un attimo ti risposi: “Ok! Ma la facciamo sul mio territorio (Franciacorta) ed obbligatoriamente il giorno del tuo compleanno (29 settembre, ultima domenica di settembre)”. …non c’è stato ne un cenno verbale ne un ok con la testa ci siamo capiti con gli occhi entrambi pieni di felicità. La passione, la passione vera è sempre difficile da camuffare, da nascondere
La GimondiBike Internazionale è nata così: dalla passione. Eri felice e fiero della tua creatura. Siamo stati fortunati a trovare persone che hanno creduto nel nostro progetto, tanti appassionati che edizione dopo edizione hanno partecipato al nostro evento e dopo 19 anni siamo ancora qui, cosa non da tutti, e ancora carichi di entusiasmo, nonostante tutto.
Noi, tutti insieme, ci metteremo il massimo impegno, con la volontà ed il supporto di tutti quello che lo vorranno, i partecipanti sicuramente ci metteranno tanta passione e impegno nel pedalare e insieme, anche quest’anno, vivremo una grande GimondiBike Internazionale, nel tuo ricordo.

Ciao Felice! Ci manchi tanto.

Giuseppe Manenti